Poliziesco

S.W.A.T.

TRAMA

Pur di non abbandonare la S.W.A.T. dopo aver disobbedito agli ordini, Jim passa a lustrare le armi. Il sergente gli offre una seconda occasione: devono scortare un criminale francese che ha offerto cento milioni di dollari a chiunque lo libererà.

RECENSIONI

Tratto da un serial creato da Robert Hamner nel 1975, rientra nella lunga serie di rifacimenti hollywoodiani che poco o nulla hanno a che fare con gli originali. I numeri ci sarebbero: alla sceneggiatura ci sono uno specialista come David Ayer (Indagini Sporche, Training Day), a volte capace di tinte forti intriganti, e il David McKenna di American History X (ma anche di La Vendetta di Carter…). Nessuno dei due, però, si spreca per creare un solo personaggio degno di questo nome. Alla regia un attore e regista televisivo che, esordendo su grande schermo, nel curriculum può vantare un serial poliziesco del calibro di “Homicide” e la direzione di un lungometraggio Tv (Boycott) intriso di rabbia afroamericana, ma qui imposta il tutto in modo anonimo e piatto, senza criterio e alcuna idea di cinema.