Azione, Commedia, Recensione

MR. & MRS. SMITH

TRAMA

Sono sposati da sei anni ma nessuno dei due sa che l’altro fa la spia per agenzie concorrenti, finché non si mettono i bastoni fra le ruote a vicenda, con il compito uno di uccidere l’altro.

RECENSIONI

Due “belli” della Settima Arte in un frullato sexy di commedia sentimentale, action di spie alla True Lies (e non alla Bourne Identity, opera precedente di Doug Liman, priva di ironia e gadget tecnologici) con i modi di La Guerra dei Roses e L’Onore dei Prizzi. La prima stesura della sceneggiatura di Simon Kinberg, in seguito specialista di film di supereroi chiassoni e colmi d’effetti speciali, era la sua tesi di laurea: ne tira fuori una brutta copia live-action de Gli Incredibili, nel senso che ha la consistenza di un cartone animato, che punta alla spettacolarità iperbolica e non è per niente divertente, pur volendo esserlo.