Documentario

LA VOIX DE SON MAITRE

Titolo OriginaleLa voix de son maître
NazioneFrancia
Anno Produzione1978
Durata100'

TRAMA

La voce del padrone.

RECENSIONI


In un'inchiesta televisiva, le interviste a 12 capitani di industria: nelle loro parole il potere, le gerarchie, le rivendicazioni operaie, i fragili equilibri su cui si poggiano le dinamiche all'interno delle grandi aziende. Nessun suggerimento esplicito, nessuna tesi a vista: che il pubblico guardi, ascolti e giudichi. L'agio concesso agli intervistati permetterà loro di esprimersi liberamente (e, dunque, in modo pericolosamente implicativo): il risultato finale sarà talmente disturbante da impedirne la messa in onda finale (e l'inchiesta comincia proprio con la polemica ingaggiata da alcuni degli intervistati sul titolo scelto e sull'opportunità dell'uso della parola maître, padrone). La costruzione dell'opera, la prima di Philibert, di impostazione ancora classicamente documentaristica, non estranea a una tendenza antagonista propria di quegli anni, in realtà  sembra  già rivelare la propensione del regista alle deviazioni, al sottile deragliamento dal seminato (gli splendidi carrelli tra i corridoi delle fabbriche, le didascalie artigianali con foto in cornice - sornione e ironiche -, i dettagli resi per piani fissi mantenuti fino allo straniamento). Nello splendido finale, ambientato nella catena di montaggio di una fabbrica di televisori, ai tanti apparecchi spenti se ne aggiungono alcuni accesi che rimandano i primi piani degli industriali intervistati, ridotti anch'essi a prodotti inscatolati pronti per l'imballaggio.