Giallo

IL SEGRETO DI AGATHA CHRISTIE

Titolo OriginaleAgatha
NazioneGran Bretagna
Anno Produzione1979
Genere
Durata 98’

TRAMA

Il marito della scrittrice Agatha Christie, innamorato della segretaria, le chiede il divorzio. Quest’ultima, sotto falso nome, si reca in un Hotel di Harrowgate, mentre la stampa specula sulla sua scomparsa. Un reporter americano indaga.

RECENSIONI

Vengono ricostruiti gli undici giorni, nel dicembre 1926, in cui la scrittrice Agatha Christie fece perdere le sue tracce senza mai rivelare, anche in seguito, la propria destinazione: le ricerche della sceneggiatrice Kathleen Tynan dovevano, in un primo momento, confluire in un documentario della BBC ma i produttori, anche per i pochi elementi rinvenuti, ebbero la buon’idea di romanzare il tutto come fecero i giornali all’epoca, imbastendo un giallo sulla più grande giallista del secolo, deceduta tre anni prima (e con eredi poco felici dell’operazione). Purtroppo, il film riempie di aspettative che vengono soffocate dalla sua natura ibrida: si fa prima, infatti, a dire cosa non è, fra biografia, indagine del mistero, commedia sentimentale (il giornalista s’innamora della scrittrice). La scrittura non è perspicace come lo stile della Christie (che, nella finzione, intende mettere in atto uno dei piani diabolici dei suoi personaggi), la regia a volte non si capisce se sia ambiziosa o sciatta, Dustin Hoffman, in un ruolo da dandy commediante, pare spaesato come nella scena in cui, ballando il foxtrot, è sovrastato in altezza da Vanessa Redgrave che, nel ruolo di Agatha, fa la parte del leone, ed è un peccato che il plot non ne assecondi l’irresistibile verve. Comunque, un oggetto curioso. Fotografia di Vittorio Storaro.