Horror

IL MISTERO DELLA CASA SULLA COLLINA

Titolo OriginaleThe House of the Haunted Hill
NazioneU.S.A.
Anno Produzione1999
Genere
Durata115'
Sceneggiatura
Fotografia
Montaggio
Scenografia
Costumi
Musiche

TRAMA

Steven Price, inventore di spaventose attrazioni per parchi a tema, organizza, per compiacere l’amata/odiata consorte, un horror party in una enorme casa isolata su una collina, ex manicomio in cui si sono consumati orrendi crimini. Ai cinque ospiti, Steven promette un milione di dollari a testa se riusciranno a trascorrere la notte nel tetro edificio. Il gioco ha inizio, ma non tutto andra’ secondo i piani.

RECENSIONI

Dopo la delusione di "Haunting", ecco un'altra casa stregata che pare fare il verso a quelle infestate delle pellicole degli anni '50 e '60. Geoffrey Rush sostituisce Vincent Price, ma ne mantiene aplomb e baffetti, e un design tecnologico-crepuscolare aggiorna il rigoroso stile vittoriano delle scenografie. Il risultato e' piacevolmente sconnesso, con una sceneggiatura che predilige l'effetto alla causa, regalando qualche inquietudine ma riducendo la psicologia dei personaggi alla sola azione. 
L'inizio e' molto veloce, forse troppo, infatti si arriva all'interno della casa sulla collina senza che si sia creata nello spettatore la giusta climax di attesa che pare coinvolgere gli sconosciuti che si incontrano sullo schermo. Quello che pare importare, pero', e' il ritmo, con una veloce successione di colpi di scena in bilico tra effettaccio horror ed ironia. Alcune trovate funzionano, altre un po' meno, e si arriva all'epilogo senza annoiarsi, ma con poca voglia di ripercorrere la storia per far combaciare tutti i tasselli, partecipi di un horror sofisticato negli effetti ma fine a se stesso.