ARIRANG

(Arirang )

di: Ki-Duk Kim
TRAMA

Ritiratosi in una baracca di montagna in seguito a un trauma emotivo rimediato sul set di Dream, l'ex stakanovista della cinepresa Kim Ki-duk (15 film in 13 anni netti) tenta di reagire al blocco creativo che lo attanaglia. Per dimostrare che è ancora un regista, gira un film in totale solitudine e assoluta economia di mezzi, puntando la videocamera contro se stesso e alzando il sipario sul suo teatrino interiore. Allo stesso tempo confessore, confesso e supervisore, Kim mette in scena i tre volti della propria interiorità: il vittimista piagnucoloso, l'inquisitore impietoso, l'osservatore disincantato.



Back