VENERE NERA

(Vénus Noire )

di: Abdellatif Kechiche
TRAMA

Parigi, 1817, Accademia Reale di Medicina. "Non ho mai visto testa umana più simile a quella delle scimmie". Di fronte al calco del corpo di Saartjie Baartman, l'anatomista Georges Cuvier è categorico. Un parterre di distinti colleghi applaude la dimostrazione. Sette anni prima, Saartje lascia l'Africa del Sud con il suo padrone, Caezar, per andare ad offrire il suo corpo in pasto al pubblico londinese delle fiere e degli zoo umani. Donna libera e schiava al tempo stesso, la "Venere ottentotta" era l'icona dei bassifondi, promessa al miraggio di una società dorata



Back