IMAGO MORTIS

(Imago Mortis )

di: Stefano Bessoni
TRAMA

Rimasto da poco orfano di entrambi i genitori, il giovane Bruno studia nella scuola internazionale di cinema Murnau. Al rientro dalle vacanze natalizie si presenta dal rettore Gustav Olinski proponendosi come archivista: ha già svolto il compito in passato e adesso ne avrebbe bisogno per pagare almeno una parte della retta. L’inquietante professore gli concede bonariamente l’incarico, ma durante le notti passate a catalogare vecchi filmati Bruno è preda di raccapriccianti visioni: il fantasma di un ragazzo gli appare a più riprese mostrandogli oggetti precisi e finendo per condurlo nella “grotta della morte”. Qui Bruno trova un piccolo baule contenente un misterioso macchinario: si tratta del thanatoscopio, strumento in grado di fissare l’immagine impressa sulla retina in punto di morte. Impadronitosi del baule e trasportatolo nell’istituto, Bruno lo nasconde sotto il suo letto, ma il giorno dopo il thanatoscopio è scomparso. Chi lo ha preso? Che cosa vorrà farne?



Back