CRAZY AND THIEF


di Cory McAbee
TRAMA

Tra le strade di Brooklyn due bambini cercano una macchina del tempo.


RECENSIONI

L’immensa Brooklyn ad altezza bimbo.  McAbee ci regala un gioiello d’indipendenza creativa incollando la videocamera sui due figli, racchiudendo nella loro sognante scappatella uno scacco a un intero sistema che si ritrova conquistato e trasfigurato dagli occhi dell’innocenza.
La sorella maggiore Willa trascina il fratellino John Huck in una caccia al tesoro tra marchi pubblicitari di stelle ribaltati beffardamente in indizi per conquistare una misteriosa macchina del tempo. Quando il video amatoriale si fonde in performance live e scioglie lo spettacolo (la sua società) in un realismo magico da strada, quando un work in progress in balìa di due piccoli mattatori collassa il meccanismo film aprendolo all’improvvisazione.
Crazy and Thief nasconde dietro la sua frizzante leggerezza, una detonante critica al concetto stesso di spettacolarizzazione. Basta un’idea, tanto il futuro è in mano a una disarmante e sorprendente giocosità infantile. Sono loro, i bambini, ad indicarci l’essenza di un sogno americano. Basta seguirli.

Marco Compiani
Voto: 7.5
  
(05/01/2013)




Compiani
7.5

Back