UN LAC

(Un lac )

di Philippe Grandrieux
TRAMA

[Film non uscito nelle sale italiane] Una famiglia, un bosco, un lago…


RECENSIONI

Bresson diceva che il cinema sonoro ha inventato il silenzio: Un Lac è un film di silenzi, ma soprattutto di sospiri (delle figure umane, della natura) sorgenti dall’oscurità. Un’opera “tattile”, di corpi che si sfiorano e che “fanno” senza che il loro fare sia un dire. Il racconto è scarno: una famiglia sperduta in un bosco, a pochi passi da un lago, l’arrivo di uno sconosciuto che seduce la figlia, quest’ultima che abbandona il nido familiare. Ma sono le sensazioni epidermiche e le suggestioni visive a contare, così come i gesti inesplicabili che diventano significativi perché iterati e ritualizzati: quando i fratelli Grimm incontrano Dostoevski e Grotowski.
Menzione speciale alla sezione Orizzonti di Venezia 65.

Manuel Billi
Voto: 8.5
  
(07/08/2011)




BarattiBilliPacilioSangiorgioStefanoni
8.5 8.5 8 8 7

Back