TIMELINE

(Timeline )

di Richard Donner
TRAMA

Per riportare indietro il padre archeologo, utilizza una segreta macchina del tempo di recente invenzione e parte con l’amata e degli assistenti alla volta della Guerra dei Cent’anni.


RECENSIONI

A cinque anni dal quarto Arma Letale, Donner torna alla regia e riconferma che il fantasy (I Goonies, Lady Hawke) non è nelle sue corde, se non ha a mano una sceneggiatura di ferro (Superman, ma mettiamoci anche Il Presagio). Il suo genere è e resta il thriller d’azione. Il peccato capitale di questa produzione, è che mai si direbbe che prenda le mosse da un romanzo di Michael Crichton: a parte l’assenza di pregi letterari, la sceneggiatura di Jeff Maguire e George Nolfi è sciatta, incapace d’idee e immaginazione. Si parte in quarta, come fosse il promo di un serial Tv di prossima programmazione, mostrato nelle sue scene salienti: i personaggi sono presentati in modo velocissimo, nel pieno dell’azione di non si sa bene cosa. Tutti parlano come se fossero ognuno in un film diverso, mentre la regia passa di palla in frasca, salvo poi “redimersi” nel momento in cui si getta a capofitto in una love story senza introduzione. Quando, per fortuna, inizia una traccia narrativa con senso (la scoperta archeologica, il capo della spedizione che chiede aiuto ma dal 1357!), si rivelano i limiti insopportabili della sceneggiatura, che cerca l’emozione nelle sole parole. 

Niccolò Rangoni Machiavelli
Voto: 5




Rangoni Machiavelli
5

Back