CASTAIC LAKE

(Castaic Lake )

di Brigid McCaffrey
TRAMA

Un viaggio tra le insenature del lago artificiale Castaic per raccontarne la storia più recente. Tra tecnici e operatori che si occupano ogni giorno della manutenzione degli impianti idrici e del controllo della fauna del lago, schiere di turisti trascorrono felicemente le loro vacanze tra balneazione, pesca, escursioni e intrattenimenti serali. Ma il bacino, modellato da norme infrastrutturali e cambiamenti ambientali, ha influenzato fortemente la flora circostante, modificando le abitudini degli abitanti delle zone limitrofe. (Dal catalogo del TFF)


RECENSIONI

Con Castaic Lake Brigid McCaffrey, fotografa e collaboratrice di Ben Russell, dedica all'omonimo lago californiano un suggestivo poema silente in 16 mm, un breve documentario ambient attento a ritrarre con sguardo obliquo ma mai invasivo le attività di svago e gestione del bacino artificiale. Non intervengono inutili commenti in voice over a disturbare il dipinto naturalista di McCaffrey, volto a raccogliere in poetici dettagli le frequentazioni quotidiane del lago Castaic, tanto nei minimi cambiamenti climatici come nelle diverse modalità di interazione tra turisti e ambiente. Opera minuta, chiaramente debitrice delle sinfonie paesaggistiche di James Benning (in tema lacustre si confronti il suo 13 Lakes), Castaic Lake svela il puro e potente intreccio estetico di due distinti ordini, naturale e artificiale, mostrando la particolarità dell'insediamento attraverso i differenti usi e consumi di un ecosistema ibrido e anomalo.

Dario Stefanoni
Voto: 6.5
  
(31/12/2010)




Stefanoni
6.5

Back