BLUES BROTHERS - IL MITO CONTINUA

(Blues Brothers 2000 )

di John Landis
TRAMA

Diciotto anni dopo, Elwood Blues esce di galera, scopre che il fratello è morto e vuole riunire la band.


RECENSIONI

Senza John Belushi, John Candy, Cab Calloway (deceduti, a loro il film è dedicato) e senza John Landis, "morto" anch'egli da tempo nella commedia goliardica in cui eccelleva, Dan Aykroyd si fa in quattro (i nuovi Blues Brothers: il piccolo Bonifant, Goodman e Morton) e lascia che i riflettori si concentrino su di lui e i numeri musicali, conscio che la carica animale del compianto "fratello" non è replicabile. L'operazione, quindi, si veste di nostalgia e non porta una ventata d'aria fresca, ancora divisa (come la musica stessa) fra Paradiso e Inferno, orfanotrofi e club malfamati. Replica, con poche varianti, l'originale, richiama all'appello (e allo stesso numero) Aretha Franklin, James Brown, la polizia e il gran concerto finale. Latita la carica dissacrante ed il racconto è pressoché inerte, ma ci sono almeno tre sequenze degne del “mito”: "Ghost riders" eseguita in versione Zztop/bluegrass davanti ad una folla da stadio e con il cielo solcato dagli effetti speciali; la "Sodoma e Gomorra" ("Non voltatevi!" urla Elwood) con l'ammucchiata di auto della polizia; la jam-session con la super-band ("Li stenderemo!" è una gag, dato che gli avversari sono, fra gli altri, B.B. King, Eric Clapton, Dr. John, Jimmie Vaughan, Gary U.S. Bond, Clarence Clemons, Bo Diddley, Steve Winwood) nella maison della bellissima strega voodoo Erykah Badu, immersa nelle paludi del Mississippi. Landis avrebbe dovuto ampliare la matrice assurdo/demenziale di scene come quella della schiuma da barba e dell'auto-sommergibile e telecomandata. Si accontenta di un ballo caraibico di zombi che ricorda il suo THRILLER di Michael Jackson, ma è palpabile l'entusiasmo di Aykroyd, immerso nei suoi miti musicali, tutti fratelli nel blues. Dopo i titoli di coda James Brown concede il bis.

Niccolò Rangoni Machiavelli
Voto: 6.5




Rangoni Machiavelli
6.5

Back