BOMBER

(Bomber )

di Paul Cotter
TRAMA

Alistair e Valerie, entrambi sull’ottantina, partono per la Germania. A loro si aggiunge di malavoglia il figlio. Ma il viaggio ha uno scopo ben preciso.


RECENSIONI

Il viaggio che per puro accidente costringe alla vicinanza i vecchi genitori e il figlio indeciso sulla strada da intraprendere nella vita, diventa l’occasione per un confronto rinviato per anni che coinvolge ogni membro del nucleo familiare nei rapporti con gli altri. I caratteri non si sclerotizzano mai in un’unica espressione identitaria (la madre non è solo petulante, il padre non è solo un orso, il figlio non è soltanto un ragazzo emotivo), le evoluzioni dell’intreccio, per quanto rese con tonalità brillanti e sfocianti in situazioni apertamente comiche, a tratti irresistibili, emergono come emanazioni di una materia serissima, mai ridicolizzata. Anche la situazione cardine del viaggio, che fa del film un road movie, si dimostrerà diversa e più complessa di quella che sembrava in apparenza. Bomber è un’intelligente commedia drammatica con attori perfetti, scrittura calibrata, regia senza una sbavatura.
La rivelazione di questo Festival meriterebbe la distribuzione.

Luca Pacilio
Voto: 7
  
(29/12/2009)




Pacilio
7

Back