Nike Air Max Hyperfuse 2016 Nike Air Max 95 360 2016 Nike Air Max Zero 2016 Nike Roshe Run 2014 Commemorative 2016 Nike Roshe Run Dyn FW QS 2016

 

Il Baro-metro: sguardi dalla sala (07/2016) – 6

IV TRIMESTRE STAGIONE 2015 / 2016

BOX-OFFICE STAGIONALE

Box-office - Da 01/08/2015 a  31/07/2016

Posizione - Film – Incasso

1    QUO VADO? - € 65.336.749

2    STAR WARS: IL RISVEGLIO DELLA FORZA - € 25.551.439

3    INSIDE OUT - € 25.388.362

4    MINIONS - € 23.438.431

5    PERFETTI SCONOSCIUTI - € 17.262.758

6    REVENANT – REDIVIVO - € 13.883.562

7    SPECTRE - € 12.474.304

8    ZOOTROPOLIS - € 11.303.287

9    CAPTAIN AMERICA: CIVIL WAR - 11.294.902

10  IL PONTE DELLE SPIE - € 10.950.203

11  BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE - € 10.547.749

12  IL LIBRO DELLA GIUNGLA - € 10.408.897

13  HOTEL TRANSYLVANIA 2 - € 9.925.374

14  IL PICCOLO PRINCIPE - € 9.470.387

15  THE HATEFUL EIGHT - € 8.509.587

16  KUNG FU PANDA 3 - € 8.346.653

17  HUNGER GAMES: IL CANTO DELLA RIVOLTA-PARTE 2- € 8.172.517

18  L’ABBIAMO FATTA GROSSA - € 7.667.638

19  NATALE COL BOSS - € 7.530.179

20  VACANZE AI CARAIBI - € 7.423.495

Il box-office stagionale si ridisegna nell’ultimo trimestre con la nuova entrata al nono posto di Captain America: Civil War che, buttando fuori top-10 Batman V Superman: Dawn Of Justice, sancisce la definitiva supremazia dell’universo Marvel su quello DC Comics. Hulk, Capitan America, Tempesta, Wolverine, Quicksilver, Sub-Mariner, Jubilee, Silver Surfer, Uomo Ragno, Elektra e Thor dimostrano quindi, almeno al cinema, un appeal superiore rispetto a  Superman, Batman, Wonder Woman, Lobo, Flash, Aquaman, Robin, Lanterna Verde, Superboy, Catwoman e Capitan Marvel. Poi, è ancora tutto da vedere, perché sono, ahimè, in cantiere decine di film da ambo le parti, quindi la sfida è ben lungi dall’essere terminata! Il terzo capitolo di Captain America, comunque, fa il botto e a livello mondiale incassa la bellezza di 1.152,3 milioni di dollari, posizionandosi al 12° posto nella classifica dei film con il maggiore incasso di tutti i tempi. Restando ai supereroi, fanno meglio solo The Avengers (5° posto con 1.519,6 milioni di dollari), Avengers: Age of Ultron (7° posto e 1.405,4 milioni di dollari) e Iron Man 3 (10° posto e 1.215,4 milioni di dollari). Il mondo, almeno quello cinematografico, sta chiaramente andando verso questa direzione e anche i risultati meno apprezzati, come Batman V Superman, riescono a incassare globalmente cifre folli (872,7 milioni di dollari). Una sorta di febbre collettiva che ha contagiato anche Suicide Squad, bastonato ovunque  e liquidato come il cinepanettone dei supereroi, ma già ai vertici del box-office mondiale a pochissime settimane dall’uscita. Gli unici supereroi a uscirne male in questa stagione sono I fantastici quattro. Il reboot a loro dedicato, infatti, vaga all’86° posto in cerca di un riscatto. Vedremo mai la versione originariamente prevista da Josh Trank? C’è da scommetterci, per i supereroi non si butta via nulla!!

Trionfo per la Disney che piazza ai vertici classifica non solo alcuni dei più grandi successi della stagione, ma titoli destinati a diventare classici: Star Wars: il risveglio della forza, Inside Out, Zootropolis, Il libro della giungla, sono opere che rimarranno nel tempo. Ipotizzo meno futuro per Captain America: Civil War, forse destinato a un rapido oblio passata la moda dei supereroi. In ogni caso, tenendo in considerazione la pigrizia del pubblico, la capacità pervasiva del colosso americano è stata davvero straordinaria e non è così scontato avere tra le mani un brand famosissimo sapendolo anche gestire al meglio.

Lo scorso numero non abbiamo approfondito Il libro della giungla, uscito mentre eravamo in fase di pubblicazione e quindi a sfruttamento commerciale appena cominciato. Conferma il piano strategico della Disney di creare nuovi classici trasponendo in live action i cartoni animati della sua ricca library. Un’operazione dal chiaro intento commerciale cominciata con l’inaspettato trionfo di Alice in Wonderland e giunta a risultati insperati. Se, infatti, Cenerentola di Kenneth Branagh era arrivato a incassare 543 milioni di dollari in tutto il mondo, Il libro della giungla raggiunge i 955 milioni di dollari, con punte stratosferiche in Cina (150 milioni di dollari) e Gran Bretagna (60 milioni di dollari). Ci si domanda quali livelli raggiungerà la versione live di uno dei cartoni più amati di tutti i tempi, La bella e la bestia, in arrivo a febbraio 2017. E sono già in fase di realizzazione La sirenetta, Crudelia, Dumbo, Mulan, Winnie The Pooh, Pinocchio, La spada nella roccia, Trilli – Campanellino, Peter Pan e addirittura un paio di sequel come Maleficent 2 e Il libro della giungla 2. Insomma, siamo appena agli inizi!!

Per quanto riguarda l’incasso record di Quo Vado?, già sviscerato a suo tempo, rappresenta un trionfo, come più volte sottolineato, non tanto del cinema italiano, quanto di Checco Zalone. Al di là dell’outsider pugliese, infatti, l’Italia non si difende benissimo. Due paladini degli spettatori come Carlo Verdone e Antonio Albanese, insieme in L’abbiamo fatta grossa, sono solo al 18° posto, il cinepanettone (Vacanze ai Caraibi), un tempo ai vertici del box-office, è in caduta libera in 20esima posizione, e l’altro film delle festività natalizie, il modesto Natale col boss, lo procede di una sola posizione. Leonardo Pieraccioni, il Checco Zalone di 20 anni fa, con Il professor Cenerentolo, poi, è addirittura fuori dalla top-20, in 26esima posizione. L’unica versa sorpresa è l’affermazione, al di là di ogni lecita aspettativa, della commedia amara Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese, arrivato con l’idea giusta, sviluppata con brio e acume e in grado di convincere un po’ tutti, tranne una nicchia di critici la cui avversità pare proporzionale al successo ricevuto dal film. Da sottolineare anche il fermento, dovuto anche al lancio perfetto della Lucky Red e alla doppia vita commerciale grazie ai David di Donatello conquistati (ben 7!!), intorno a Lo chiamavano Jeeg Robot, capace di oltrepassare il raccordo anulare (non lo avrei mai pensato, giuro!) e di superare i 5 milioni di euro (31° posto). Speriamo non dia il via a un filone di supereroi nostrani, mancano solo loro all’appello!!

La scorsa stagione lamentavamo la quasi assenza dell’animazione, in questa stagione si è verificato l’esatto contrario: ben 6 film di animazione nelle prime venti posizioni, di cui due nelle prime cinque. Non solo i soliti noti, tra l’altro, ma anche il più pretenzioso Il piccolo principe che è diventato il più grande successo di sempre per Lucky Red. Unico vero rivale di Quo Vado? nella magica data del 1º gennaio, diventata una delle più favorevoli al botteghino. Trionfo annunciato, invece, per i Minions, ma 1.159 milioni di euro globali (11º posto nel box-office mondiale di tutti i tempi) non se li aspettava forse nessuno.

Con The Hateful Eight si conferma anche l’appeal di Quentin Tarantino sul pubblico, non solo di cinefili incalliti, ma anche generalista. Incassi in calo ovunque rispetto al passato, ma sempre solidi. Da segnalare, infine, il ritorno in top-10 del film da Oscar. Non si tratta del vincitore come Migliore Film, Il caso Spotlight, solo 39esimo, ma di quello che per il grande pubblico è diventato il “filmone” da vedere a tutti i costi, mettendosi pazientemente in fila, magari sonnecchiando qua e là, ma assolutamente da non perdere. Si tratta di Revenant, vincitore di 3 Oscar, tra cui quello attesissimo a Leonardo DiCaprio come Migliore Attore, una delle poche star capace di spingere il pianeta nelle sale. Proprio sulla sua candidatura e sulle sue possibilità di vittoria o sconfitta si è astutamente giocata gran parte della promozione.

Per questa stagione è tutto! Alla prossima!


PRECEDENTI BAROMETRI STAGIONE 2015 / 2016

PRIMO TRIMESTRE

PARTE 1

PARTE 2

________________________________________

SECONDO TRIMESTRE

INTRODUZIONE

FLOP

NATALE + FILM DI ANIMAZIONE E PER FAMIGLIE

CINEMA D’ESSAI

ITALIA

ALTRI FILM DEL TRIMESTRE + EVENTI

BOX-OFFICE STAGIONALE

________________________________________

TERZO TRIMESTRE

INTRODUZIONE + OSCAR

I FLOP

FILM DI ANIMAZIONE + CINEMA D’ESSAI + ITALIA

ALTRI FILM DEL TRIMESTRE + EVENTI

BOX-OFFICE STAGIONALE

________________________________________

QUARTO TRIMESTRE

INTRODUZIONE + CANNES

I FLOP

FILM DI ANIMAZIONE + CINEMA D’ESSAI + ITALIA

HORROR + ESTATE + IL FANTASMA

SALVATI DALLA CINA + EVENTI

BOX-OFFICE STAGIONALE

Come sempre, per confronti, opinioni, chiacchiere, consigli, proposte, suggerimenti, l’indirizzo è:

LUCA BARONCINI

Luca   Baroncini